NEWS
(26/06/2020) fumetti: L'Iniziativa di Nefasto svela il proprio volto - Nightmask e il trittico finale di avventure
fumetti icon 1. La vendetta del Caduto Nella miniserie Nefasto, due battaglie cruciali si svolgono in parallelo: mentre i gemelli Skids e Mudflap affrontano un Decepticon della Prima Guerra Mondiale per svelare il segreto della Diga di Hoover, Soundwave e la sua mini-milizia affrontano direttamente l'Iniziativa, che mette in campo un esercito del tutto inatteso.
E finalmente il segreto della forza dell'Iniziativa, e del suo decrepito fondatore Carter, comincia a svelarsi... in Nefasto n.4.



2. Altri Mondi Il Nuovo Universo presenta il trittico che chiude la serie regolare dell'avventuriero dei sogni!
Con Nightmask n.10, "I tamburi di Damballa", Nightmask n. 11, "Incubo a New Orleans", Nightmask n. 12, "Luna vudu su Haiti", lo sceneggiatore Roy Thomas e l'artista Mark Bagley traghettano Nightmask nel mondo della magia haitiana, dove sogno e realtà sono indistinguibili!
Per alcune delle avventure di Nightmask posteriori alla chiusura della sua serie regolare, vi rimandiamo alle storie brevi di Nightmask, pubblicate originariamente in appendice alle serie di Justice e Starbrand, e da noi presentate qualche tempo fa, nonchè a Starmagazine Oro n. 4 della Star Comics.



 
M3Gr1ml0ck
(24/05/2020) fumetti: La disfatta degli Autobot! Optimus Prime contro Fortess Maximus!
fumetti icon 1. Rigenerazione Uno In US 098 La guerra per concluderle tutte - Parte 3, Rodimus Prime porta la guerra direttamente sui mondi del Fulcro del Sistema: come Jhiaxus aveva previsto, Rodimus è un condottiero assai diverso da Optimus Prime.
Ma se Jhiaxus aveva notato questo aspetto, allora avrà anche previsto tutto il resto? Stiamo per assistere alla disfatta degli Autobot?
Intanto, anche sulla Terra tutto a va rotoli, quando Optimus Prime si ritrova a fronteggiare un furibondo Fortress Maximus, mentre su Cybertron, rinasce... Shockwave!



In questo episodio, il Sistema del Fulcro diventa per la prima volta un effettivo luogo di battaglia nei fumetti dei Transformer: non era mai accaduto prima, dato che nella saga G2 il Fulcro appariva solo brevemente, al termine della maxiserie, lasciando quindi in sospeso la trama e demandandone la risoluzione al racconto di solo testo Allineamento.

In tavola 4, compare quello che ironicamente potremmo definire Action Master Nighbeat col suo veicolo.

Se la frase di resa di Rodimus Prime vi sembra familiare, è perchè l'ha già pronunciata Optimus Prime in G1 Marvel US n. 74.

Adesso anche il volto di Primus proferisce la frase "Uno sarà tutto", già pronunciata dall'infetto Fortress Maximus nell'episodio precedente: chi è il burattinaio segreto che sta capovolgendo la storica (ed enigmatica) formula di "finchè tutti saranno uno" (Till All Are One) che caratterizza gli Autobot sin da Transformers: The Movie (1986)?

 
M3Gr1ml0ck
(12/05/2020) fumetti: La conclusione di "Obiettivo 2006" e di "Operazione: Vulcano"!
fumetti icon 1. G1 Marvel UK Dopo la riproposta della genesi dei Wrecker in G1 Marvel UK n. 82, ecco ora la conclusione della fatale Operazione Vulcano, nell'epilogo della saga Obiettivo 2006 (in una storia di 12 pagine invece delle solite 11): G1 Marvel UK n.88, "Conseguenze!".

Sulla falsariga di quanto Bob Budiansky aveva fatto nella prima saga cybertroniana della serie G1 Marvel US, anche Simon Furman decreta la morte di un cybertroniano da lui creato, in una drammatica sequenza che conclude lo scontro tra l'elite degli Autobot e quella dei Decepticon, descrivendo un legame di amicizia e rispetto tra due meccanoidi che non potrebbero essere più diversi: il politico e il guerriero, uniti dalla fede negli ideali Autobot.

Nel frattempo, l'Unicron del 2006 riepiloga gli eventi di Obiettivo 2006, rimettendo Galvatron in riga, e facendoci capire in alcuni passaggi che la sua realtà non è la stessa di Transformers: Il film (1986), nonostante ne ricalchi moltissimi eventi (e infatti Galvatron è tutt'altro che domo, e continuerà a operare per far divergere la linea temporale del 2006).
Thundercracker, vittima ignara dell'inganno Autobot, sopravvive a sua insaputa, e il corpo malridotto finisce nelle celle dell'Arca, dove resterà fino alla famosa battaglia della Luna.
Jazz, Grapple e Trailbreaker sono a loro volta in rianimazione, spiegando la loro scomparsa dalla serie G1 Marvel US, che comunque aveva già avuto la propria ecatombe grazie al corpo senza testa di Optimus Prime.
Sullo sfondo, entrano in scena tutti i Triplechanger: da un lato, Springer, Broadside e Sandstorm (mai apparsi nella serie G1 Marvel US, se non per errore); dall'altro, Blitzwing, Octane e Astrotrain, che invece raggiungeranno la Terra durante la saga degli Scraplet in G1 Marvel US.
I costrutti facsmili usati dagli Autobot sono repliche fisiche dei cybertroniani; molti anni dopo, nella saga di Infiltrazione, Simon Furman riutilizzerà il termine per descrivere le repliche fisiche degli esseri umani con cui i Decepticon si infiltrano nelle strutture di potere terrestri.
Il Decepticon Macabre, creato per l'occasione e subito eliminato, è il primo assassino seriale psicopatico della storia dei Transformer (e sarà riproposto da altri autori molti anni dopo): noi ne abbiamo fatto un Araldo di Unicron e latore di un virus nella miniserie amatoriale Che cosa è accaduto ai Cybertroniani?

Nella nuova versione italiana del fumetto, basata su scansioni migliori, il titolo è stato realizzato usando il carattere CCRumble, creato dallo stesso Starking che eseguì lettering e titolo originali di questo fumetto.


 
M3Gr1ml0ck
(09/05/2020) fumetti: Rodimus Prime contro Jhiaxus - Nightwing perso nei propri sogni (d'autore)
fumetti icon 1. Rigenerazione Uno E' qui. E' arrivato. Oppure è tornato?
Jhiaxus sbarca su Cybertron con la sua avanzatissima Seconda Generazione di Cybertroniani. Mentre Rodimus Prime ingaggia con lui una lotta diplomatica, e scopre i segreti del Fulcro del Sistema, i Dinobot si scontrano violentemente con i guerrieri della Generazione Due...e l'esito è tutt'altro che scontato.
Una sconfitta su tutti i fronti marchia per sempre l'inizio del regno di Rodimus Prime: US 097 La guerra per concluderle tutte - Parte 2 sarà anche l'ultimo episodio della serie?



Oltre ad aver fatto divergere la saga G1 Marvel US dalla G1 Marvel UK (come vi abbiamo raccontato nelle notizie precedenti), lo sceneggiatore Simon Furman aveva distaccato Rigenerazione Uno anche dalla celebre maxisaga G2 Marvel US, cioè la cosiddetta Generazione Due del 1993.

Ora scopriamo che, nello stesso tempo, Furman si mantiene fedele ai concetti fondamentali della Generazione Due (che vi invitiamo a rileggere), e cioè la scoperta di un impero cybertroniano interstellare, fondato da meccanoidi che se ne andarono dal loro pianeta natale decine di milioni di anni fa per riscrivere la galassia a immagine della perfezione tecnologica di Cybertron, perdendo per la strada ogni concetto di etica.
Confrontate l'aspetto del "Sistema del Fulcro" con quello dell'ultima pagina di G2 Marvel US #12, e scoprirete che la simmetria tra le due serie è anche grafica, grazie al talento di Guido Guidi.

Sempre attento alle evoluzioni narrative di tutti i filoni cybertroniani, Simon Furman inserisce anche elementi narrativi che risuonano in altri universi dei Transformer: l'attaccamento di Grimlock per Sludge, per esempio, riflette gli eventi della Nuova G1 che vi abbiamo presentato tempo fa, come potete riscoprire per esempio rileggendo "I Dinobot: trionfo e tragedia", capitolo 5.

E nel finale, in quello che è un omaggio a Battlestar Galactica, Starscream dichiara di essere uno dei misteriosi Cinque: riuscite già a indovinarne l'identità, sulla base degli episodi che vi abbiamo offerto di recente?

2. Altri Mondi Il Nuovo Universo presenta Nightmask n. 9, "Dimmi... chi ami?".
Keith Remsen, alias Nightmask, si perde nel labirinto dei propri sogni, cercando di risolvere l'enigma più grande: il proprio. Due autori d'eccezione firmano questa storia: Sandy Plunkett e Mark Bagley.


 
M3Gr1ml0ck
(03/05/2020) fumetti: Obiettivo 2006: Distruggi e impera!
fumetti icon 1. G1 Marvel UK Nell'ottobre 1986, la serie Marvel britannica dei Transformers presenta G1 Marvel UK n. 082 - Distruggi e impera!, cioè la quarta parte della saga Obiettivo 2006.
Mentre sulla Terra si dipana lo scontro tra gli Autobot, privi del loro capo Optimus Prime ma assistiti da Ultra Magnus, e l'incontenibile Galvatron (giunto nel 1986 dal futuro di Transformers: The Movie (1986) per allestire una trappola destinata a distruggere Unicron in quello stesso futuro), su Cybertron la Resistenza Autobot allestisce i preparativi per eliminare un gruppo di letali assassini Decepticon.

Con questa manovra narrativa, lo scrittore Simon Furman continuava ad assecondare la Hasbro, mettendo in scena numerosi modellini per i quali non c'era spazio nella serie madre della Marvel statunitense.
Ma se, finora, Furman aveva comunque attinto ai personaggi resi noti dall'incombente film, con Distruggi e impera! stava invece prendeno una strada inedita, con la quale avrebbe segnato in eterno la storia dei Transformer: sua infatti fu l'idea di creare il gruppo dei Wrecker, radunando modellini destinati altrimenti all'oblio narrativo: Roadbuster, Whirl, Topspin, Twin Twist (e, in seguito, i tre Autobot TripleChanger).
Con l'aggiunta dei personaggi originali di Impactor, Rack 'n' Ruin ed Emirate Xaaron (capo della Resistenza Autobot e membro del Consiglio degli Aziani Autobot), Furman diede origine a una squadra di guerrieri d'elite che sarebbe divenuta in fretta leggendaria, tanto da assurgere a elemento fondamentale del mito dei Transformer, amatissima dai fan e destinata a ritornare continuamente, in diverse incarnazioni, in tutte le epoche successive della saga a fumetti e dei relativi giocattoli.

L'equivalente Decepticon dei Wrecker (e cioè la Mayhem Attack Squad) sarebbe comparsa solo tempo dopo, ma è possibile considerare il gruppo di guerrieri Decepticon di questo albo come il suo prototipo: gli Insecticon Shrapnel, Bombshell e Kickback; i jet "conehead" Dirge, Thrust e Ramjet; i Triplechanger Blitzwing, Octane e Astrotrain e il personaggio originale di Macabre.

In queste undici intense pagine c'è spazio anche per altre felici creazioni (come la Vecchia Casa dell'Olio di Maccadam coi suoi pittoreschi avventori), per la continuità (lo scienziato neutrale Spanner ha fornito un prototipo instabile di Ponte Spaziale agli Autobot; viene nominato il condottiero Trannis), ma soprattutto per una narrazione che bilancia la sfrenata azione bellica e la rigorosa, lucida caratterizzazione etica e morale degli Autobot (cosa impedisce loro di essere semplicemente Decepticon che si trovano sull'altro lato della barricata?).

Oggi le Cronache ripresentano la versione italiana di G1 Marvel UK n. 082 - Distruggi e impera!, basata su scansioni di migliore qualità, con una nuova traduzione e un nuovo lettering.


 
M3Gr1ml0ck

<< Previous 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 Next >>